BANDO PER ROTTAMAZIONE CALDAIE E VECCHI GENERATORI DI CALORE

La Regione Lazio intende sovvenzionare la rottamazione e la sostituzione di vecchi generatori di calore (caldaie, stufe, termocamini, ecc.) alimentati a biomasse legnose (ciocchi, cippato, bricchette, pellets, ecc.), con generatori di calore alimentati a biomasse legnose a basse emissioni ed alto rendimento o con generatori di calore alimentati a gas (metano, GPL), anche con l’aggiunta di pannelli solari termici o collettori integrati; o infine con l’installazione di elettrofiltri finalizzata alla riduzione delle emissioni di particolato sottile degli impianti a biomasse legnose.

I due interventi possono anche coesistere nell’ambito della medesima unità immobiliare, già dotata di impianto di riscaldamento, e coinvolgere più unità immobiliari laddove il beneficiario fornisca una disponibilità documentata. Al bando infatti possono partecipare i soggetti pubblici o privati (persone fisiche, Imprese o altre persone giuridiche di diritto privato) che, alla data di presentazione della domanda, abbiano il ‘Titolo di Disponibilità’ dell’unità immobiliare dove sarà realizzato l’intervento.

Il costo del singolo intervento ammissibile non potrà comunque superare il valore di 10 mila euro (se prevista la “sostituzione delle caldaie a biomassa legnosa”) e di 2.000 euro (se l’investimento prevede “installazione di elettrofiltri”). La Regione Lazio, sulla base di questi massimali di investimenti ammessi, concede un contributo a fondo perduto pari al 60%.

Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematica compilando il Formulario disponibile on-line sulla piattaforma GeCoWEB accessibile dal sito www.lazioinnova.it a partire dalle ore 12 del 17 ottobre 2017.

[SCARICA TUTTA LA DOCUMETAZIONE]